I Samsung Galaxy Note 7 Esplosivi Erano Destinati all’ISIS

Galaxy note 7 splosivi

Il 2 Settembre scorso è uscito lo smartphone di punta per Samsung, il Galaxy Note 7,  che ha fatto registrare subito un boom di vendite. Purtroppo dopo pochi giorni si sono verificati altri tipi di”boom“.

Ci sono stati, infatti, 35 casi di esplosioni dello smartphone a causa della batteria difettosa. E’ stato un duro colpo per Samsung che ha perso l’8% del titolo in borsa e ha avuto un danno d’immagine senza precedenti.

L’azienda Sud Coreana si è già mossa per ritirare tutti i cellulari difettosi promettendo, oltre alla sostituzione, un buono acquisto di 50€.

Questo episodio ha avuto ripercussioni anche sui voli internazionali. Infatti le più importanti compagnie aeree, tra cui Alitalia, hanno vietato l’imbarco dei Galaxy Note 7 a bordo degli aerei.

Ma come ha fatto una delle aziende più importanti al mondo a lanciare un prodotto cosi pericoloso senza aver fatto test approfonditi?
Una svista clamorosa o c’è dell’altro?

Grazie ad un immagine inviata alla nostra redazione abbiamo scoperto che forse c’è una correlazione tra i cellulari esplosivi e l’ISIS:

Galxy Note 7 nuovo esplosivo ISIS
Pare infatti che i cellulari servissero per un nuovo tipo di Giubbotto Kamikaze.

Senza alcun dubbio possiamo dire che questo telefono è proprio “una bomba“. Intanto a Milano, la vetrina di un centro TIM è saltata provocando ingenti danni al negozio. L’esplosione ha colpito anche un uomo che passava di li per caso. Fortunatamente non è stato ferito…è morto sul colpo.

Samsung ha già avviato delle nuove strategie per far alzare il titolo in borsa. E’ stata presentata la nuova serie di televisori SMART TV Full Led per il quale si prevede un “esplosione” di vendite.

Inoltre ha lanciato la nuova promozione con il seguente spot:
A Natale regala un Galaxy Note 7 a tua scuocera e falle fare un boom di divertimento“.

 

 

Articoli correlati

Lascia un Commento